Photography

Vietnam – Day 11 – Tam Coc e il mercato di Ninh Binh

Finalmente riposati grazie ad una bella e lunga dormita nel comodissimo letto del Limestone View Homestay, e dopo la buona colazione preparata da Dzung (Black coffee e pancake con banane), siamo saliti subito in sella alle nostre bici in direzione di Tam Coc, per la prima escursione in barca della giornata.

Sulla barca di latta, remando con i piedi

Arrivare presto a Tam Coc ( alle 8:30 circa) permette di godere meglio del posto senza la ressa e la confusione dei turisti che la invadono dalle 10:00 in poi. Parcheggiate le biciclette e fatto il biglietto ci siamo subito imbarcati nella esile e piccola barchetta di latta, per sole due persone, più la donna vietnamita alla guida.

La particolarità di questa navigazione è sicuramente la donna che guida la barca remando con i piedi. Il giro dura in tutto circa 1h30″ ed è molto rilassante, soprattutto grazie al fatto che c’erano pochi turisti, ma purtroppo non molto scenografico come presentato dalle foto. Non essendo nella stagione giusta, le risaie non sono floride e verdi ma al contrario sono spoglie e vuoti. Il cielo prevalentemente nuvoloso poi, ha reso il tutto ancor meno interessante dal punto di vista fotografico.

07-12-2016-17-13-18

Il giro non è circolare, per cui arrivati ad un certo punto si torna indietro facendo lo stesso identico percorso. Nel tragitto di ritorno, sono aumentate le barche di turisti e sono anche spuntate tantissime barchette di fotografi vietnamiti che affiancano i turisti cercando di fargli le foto per poi venderle. Questo rende tutta l’esperienza della navigazione molto meno rilassante e fastidiosa. Se a questo aggiungete le donne che cercano di venderti frutta o bevande a tutti i costi, il giudizio finale su questa escursione è tandenzialmente negativo.

Cielo nuvoloso, cambio di programma, si va a Ninh Binh

Il cielo grigio e piatto e le previsioni di tempo bellissimo per il giorno seguente ci spingono ad un fortunato cambio di programma. Decidiamo infatti di fare la seconda escursione in barca, quella a Trang An, la mattina seguente e di dedicare il pomeriggio ad esplorare il villaggio di Xuan Ang Noi e successivamente la città di Ninh Binh. Scelta che a posteriori si è rivelata fantastica!

img_2146

La raccolta delle lumache di mare nei campi di fango

Sulla strada per Ninh Binh, siamo attratti da diverse donne chine e con i piedi immersi in un enorme campo fangoso, intente a raccogliere qualcosa. Chiediamo ad un locale che ci dice che stanno raccogliendo “fish” ma appena ci avviciniamo scopriamo che si tratta di piccole lumachine di mare, presenti e migliaia tra il fango acquoso del campo.

La scena è molto fotogenica, così scendiamo dalle bici e passiamo un’oretta a fotografare queste donne ed osservarne i movimenti.

img_2124

Ad un certo punto un signore con una bambina in braccio, mi chiede di fargli una foto e ci invita ad entrare a casa sua. Qui, ci fa sedere ad un tavolino nel cortile e ci offre una tazzina di te (amarissimo), con un senso di ospitalità e gentilezza unico e tenero all stesso tempo. Ovviamente non parla una sol parola di inglese e, ad un certo punto, si allontana e torna con un mappamondo in plastica. Passiamo quindi qualche minuto a mostrare la nostra Italia, mentre lui ci mostra, fiero, dove si trova Cuba e pronuncia il nome di Fidel Castro, simbolo evidentemente di un paese con in loro stessi ideali politici e sociali. Mi chiedo se fosse gia al corrente della morte di Fidel avvenuta giusto il giorno prima. Per non deluderlo, decido di non dirgli niente.

img_2590

Ninh Binh, città anonima ma con un bel mercato

Continuando a pedalare, arriviamo nella città di Ninh Binh, abbastanza anonima e bruttina, ma ci imbattiamo per puro caso in un piccolo mercato locale. Dopo le prime bancarelle con la solita frutta e carne, si susseguono venditori di pesce e frutti di mare molto, in uno scenario molto rustico e quindi fotogenico. Inoltre la qualità è davvero ottima: gamberoni, calamari, pesci di diversa taglia, quasi come dalle nostre parti, in Italia. Addirittura, troviamo anche la cicale di mare o canocchie, per cui vado davvero pazzo. Per un attimo penso di comprarle per fare un bello spaghetto con i pomodorini, ma poi mi ricordo che qui nessuno vende spaghetti o pasta e non ci sono neanche i podomodorini, e nemmeno l’olio d’oliva. Ok, ci rinuncio.

img_2189

La donna e la tomba

Durante il percorso in bici, ho assistito anche ad una scena molto particolare e toccante allo stesso tempo: una donna vietnamita, con il tipico cappello, seduta i fianco ad una tomba, probabilmente di un suo caro, in totale silenzio. Non posso farmi sfuggire l’occasione, cosi’ mi fermo, scendo dalla bici e monto il 90mm sulla mia Leica. Non mi piace essere invadente e irrispettoso verso i sentimenti altrui, ma allo stesso tempo volevo portare a casa lo scatto. Cosi’, molto lentamente mi sono avvicinato e ho fatto un paio di scatti molto silenziosi. La donna si è poi voltata verso di me e mi ha fatto un sorriso, nonostante il momento cosi’ intimo. Ho ringraziato con il tipico inchino a mani giunte e sono andato via, contento di aver catturato un momento di vita cosi’ intenso ed inusuale.

img_2158


La mia fotografia

Nella prima parte della giornata, durante il giro in barca, avendo per lo più paesaggi, ho utilizzato quasi sempre il Summicron 28 ASPH f2.8 ( a f5.6 o 8) e il Voigtlander Skopar 21mm f4. Con quest’ultimo sono riuscito a fare anche alcuni scatti interessanti fotografando la donna che remava con i piedi, dl basso verso l’alto, con sullo sfondo le rocce carsiche. Non male…
Durante il giro al mercato invece, ho alternato al Summicron 28mm, il Summicron 50mm, per focalizzare l’attenzione piu’ sul singolo soggetto piuttosto che sulla scena globale.


Informazioni utili

  • Tam Coc giro in barca della durata di 1h30 costo a testa di 120.000VDN per il tour più 50.000VDN come tassa di ingresso
  • Parcheggio bici a Tam Coc, 10.000VND
  • Per un giro in barca più rilassato, arrivate sul posto prima della 9:00.
  • Durante il giro in barca, la donna vi chiederà probabilmente di pagare altri 100.000VDN per allungare il giro. Noi nn lo abbiamo fatto.

La giornata per immagini (iphone 6s)

0
Tags:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


CommentLuv badge

Processing...
Thank you! Your subscription has been confirmed. You'll hear from us soon.
Subscribe to get my latest news!
Ciao, if you want to always be updated on what's going on here in my place, please subscribe and you will receive my latest news in youe email. But not that many, just sometime :-) Grazie, Sabino
ErrorHere